È possibile posare un pavimento in legno in cucina?

Già da diversi anni ci capita di seguire le richieste di clienti che desiderano un pavimento in legno per la propria cucina.

Naturalmente, la cucina presenta aspetti particolari, che ambienti limitrofi non hanno. Spesso è richiesto un parquet che resista al meglio alla maggiore usura e al piccolo incidente di tipo meccanico: la caduta di un piatto, una posata o altri oggetti possono lasciare visibili piccole ammaccature.

Viceversa, le problematiche di allagamento in cucina si sono ridotte sensibilmente rispetto al passato, grazie all’introduzione di lavastoviglie con acqua-stop.

La scelta della finitura è altrettanto importante: prodotti dall’aspetto più “ruvido” o irregolare possono mascherare al meglio piccole imperfezioni accumulate negli anni, ben resistendo nel contempo al contatto con olio, limone, aceto, vino e simili.

La cucina è spesso l’ambiente in cui iniziamo e terminiamo la nostra giornata, alla mattina appena svegli e al rientro da una frenetica giornata di lavoro.

È, a conti fatti, il luogo in cui spendiamo buona parte del nostro tempo in casa.
Donare a questo ambiente forza e continuità può fare realmente la differenza.